Come nasce questo progetto

Siamo Marco Casali e Carlotta Ietto e rappresentiamo rispettivamente Wellness Town e Olgiata 20.12 Sport Club, due grandi centri sportivi di Roma. 

Siamo legati da un’amicizia di ormai diversi anni. 

Anni nei quali abbiamo condiviso idee, considerazioni e politiche gestionali relative ai “nostri” centri sportivi. 

Ed abbiamo condiviso anche difficoltà e problematiche simili che abbiamo vissuto.

Tutto questo con chiacchierate costanti e continue avute nel corso degli anni.

Alla fine del mese di febbraio di quest’anno, però, qualcosa è cambiato: le nostre chiacchierate cominciavano ad avere un “retrogusto” di paura. 

Cominciava a prendere corpo il timore che l’emergenza COVID-19 avrebbe potuto significare qualcosa di molto grave per tutti. 

Questo timore è diventato realtà quando, l’8 marzo, siamo stati raggiunti dal provvedimento che imponeva la chiusura di tutti gli impianti sportivi sul territorio della nostra regione e poi sul piano nazionale.

…BOOOM!!!

E’ stato un colpo durissimo. 

Durissimo perché le nostre strutture NASCONO per stare aperte, per essere frequentate tutti i giorni da migliaia di persone e per essere il sostentamento di centinaia di famiglie.

Tutto ad un tratto questo non è stato più possibile.

Ci ricordiamo ancora la telefonata che abbiamo avuto alle 21 di quell’8 marzo… non nascondiamo che un piccolo “piantarello” di sconforto ce lo siamo fatto.

Veramente si stava affacciando un periodo buio, molto buio.

Vabbè – ci siamo detti – ora vedrai che migliorerà e che tutto ricomincerà entro breve tempo“.

E dal periodo buio, siamo però tutti quanti scesi nell’oscurità vera e propria… e ancor di più quando abbiamo capito che a questo “blocco” delle nostre attività non era stato dato, di fatto, un termine.

In questi momenti non è facile mantenere i nervi saldi, lo ammettiamo. 

Però ci siamo aiutati… e allora abbiamo deciso di comprendere come avremmo potuto fare ad essere utili per le migliaia di persone che frequentano le nostre strutture ogni settimana e anche per tutte quelle che avrebbero voluto iniziare, magari proprio in questo periodo, a praticare l’attività sportiva.   

Lo abbiamo fatto perché siamo convinti che il nostro compito, sia in periodi di “pace” che in periodi di “guerra” è quello di fare in modo che le persone migliorino il proprio benessere psico-fisico.

E ancora ricordiamo la domanda che ci ha unito nel corso delle telefonate dei giorni successivi: “Siamo nel 2020. Se non possiamo aiutare le persone a raggiungere il loro benessere psico-fisico “dal vivo”, possiamo farlo “a distanza?”

Certo, i dubbi erano più delle certezze. 

E ragionavamo sul fatto che le persone avrebbero potuto avere casa piccola, non avere attrezzi in casa, ma anche sul fatto che avrebbero potuto vedere una qualunque delle lezioni su Youtube o su Facebook in qualsiasi momento, ma che in realtà avere la possibilità di “dedicare” uno spazio fisso e pianificato per se’ stessi avrebbe potuto essere molto più piacevole. 

Analizzando queste ed altre decine di questioni, abbiamo alla fine creato qualcosa di unico:

RESTO A CASA MA MI ALLENO, Il palinsesto di allenamento per rimanere in forma in questo periodo di “astinenza forzata” dall’attività fisica, anche se hai casa piccola e senza dover usare attrezzature particolari.

Ma la cosa più importante è stata un’altra: fare in modo che questa iniziativa potesse servire DIRETTAMENTE per aiutare nella risoluzione di questa emergenza e tornare rapidamente alla nostra quotidianità.

E quindi abbiamo voluto creare un collegamento diretto della nostra iniziativa con la raccolta fondi organizzata dall’Istituto Spallanzani di Roma per finanziare la ricerca sul COVID-19.

Infatti al termine di ogni lezione è possibile, cliccando su un apposito link, andare alla pagina che lo Spallanzani ha realizzato per fare le donazioni sia con carta di credito che con Paypal.

Tutto questo, ovviamente, abbiamo potuto realizzarlo anche grazie alla passione ed alla partecipazione degli staff tecnici di Wellness Town e Olgiata 20.12 che, pur con le difficoltà che stiamo tutti vivendo in questo periodo, sanno sempre come far allenare e divertire le persone. 

Noi l’impegno ce lo stiamo mettendo tutto. Così come il nostro staff, ed i nostri iscritti. 

E soprattutto, l’impegno, ce lo stanno mettendo i ricercatori dello Spallanzani, che vogliamo appunto sostenere. 

E dunque…se vuoi conoscere il progetto e prendervi parte anche tu, clicca sul bottone qui sotto con scritto VOGLIO SAPERNE DI PIU’!

…Daje!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *